Un moscerino applica i principi dell’economia

 Dopo qualche giorno di silenzio eccomi di nuovo qui (vi ho dato il tempo per prepararvi e per smaltire il pranzetto natalizio!). Riprendiamo il filo del discorso: l’economia è basata su  principi che in modo molto semplice possiamo ricondurre alla nostra vita di tutti i giorni. Avevamo visto il primo principio che ci diceva che la vita è atta di scelte (trade off) e che la scelta si basa sull’analisi più o meno razionale di quanto ci costa la rinuncia che dobbiamo fare quando scartiamo una delle varie alternative. Andiamo oltre.

Quarto principio dell’economia: presenza o meno di incentivi. Eh già, tutti sappiamo cosa sia un incentivo e tutti sappiamo la forza e la potenza che potrebbe avere nell’orientare le nostre scelte. Nell’esempio del viaggio del post precedente, se la compagnia ferroviaria applicasse un ulteriore sconto del biglietto del treno ed una maggior flessibilità nel suo utilizzo porterebbe probabilmente la lancetta del costo opportunità a preferire il treno al posto della macchina, la possibilità di avere un corso universitario personalizzato in base alle proprie esigenze lavorative potrebbe permettere sia di studiare sia di lavorare. In economia gli incentivi in genere sono suddivisi in economici ( come dice la parola di tipo monetario ) o non economici ( molto presenti anche questi nel mondo del lavoro come viaggi, benefits vari ecc). In entrambi i casi svolgono una funzione di leva motivazionale. Agiscono nel nostro inconscio per orientarci a fare una scelta piuttosto che un’ altra. Vi é mai capitato di acquistare un prodotto al supermercato ( che mai avreste pensato di acquistare) perché offerto con un 3×2????? Le leve motivazionali sono ovunque : dentro o fuori di noi. Se analizzassi il nucleo familiare sarebbe pieno di leve motivazionali. Vi faccio un esempio pratico. Ieri sera mio figlio è tornato a casa dal corso di inglese con delle caramelle. Sapeva di avere due possibilità . Mangiare tutta la pappa ( verdura compresa ) e poter accedere cosi di diritto al sacchettino desiderato oppure fare i capricci e non mangiare il dolcetto. Trade off : mangiare o meno tutta la cena. Leva motivazionale : le caramelle. Analisi del costo opportunità : quanto sono disposto a fare per ottenere il premio e quanto mi costerebbe rinunciare? Il beneficio di ottenere la caramella gommosa in cambio di un po’ di verdura è sicuramente maggiore del non mangiare la cena e quindi nemmeno la caramella. Ecco qui che un moscerino di 4 anni ha utilizzato i principi dell’economia per orientare il proprio agire!

Quinto principio dell’economia (per noi l’ ultimo): “lo scambio può essere vantaggioso per tutti.” Nel momento stesso in cui i nostri antenati hanno deciso di vivere in comunità lo scambio diventa fondamentale per poter sopravvivere. Da soli non siamo in grado di fare nulla se non quella specifica “ cosa” che poi provvediamo a scambiare. Possiamo dire che scambiamo qualcosa in cambio di qualcos’altro ( ebbene che confusione). Ci saranno quindi due o più individui che si troveranno nello stesso momento a scambiare qualcosa (dove? in un mercato!). Nelle comunità più antiche si scambiavano mele con pere, carne con pesce mentre oggi scambiamo ( per usare un gergo economico) beni e servizi. In estrema sintesi gli scambi si possono realizzare con o senza denaro e potranno essere vantaggiosi o meno. La situazione più semplice è la prima: la nostra vita è piena di questi scambi che hanno come protagonisti i soldini ( se dovessi attingere ad un termine giuridico potremmo parlare di compravendite). Ognuno di noi almeno una volta nella via è tornato a casa con “l’affare del secolo” ed in genere il guardaroba delle donne è pieno di grandi affaroni realizzati sopratutto in tempo di saldi. L’ affare del secolo massimizza il vantaggio di chi compra e di chi vende salvo poi aprire gli occhi alla dura realtà: l’affarone non era poi così vantaggioso facendo subentrare un pessimo stato d’animo: il pentimento. Ma a quel punto è troppo tardi. Nel secondo caso invece lo scambio avviene senza che ci sia il denaro di mezzo. Ad una prima analisi tutto sembrerebbe più facile ma forse così non è. Se non ci fossero le banconote che regolano uno scambio o stiamo facendo un regalo oppure stiamo facendo un baratto (io ne faccio di continuo soprattutto con prelibatezze cucinate dalle mie manine). Ma come si realizzano gli scambi nei rapporti di amicizia, in famiglia e nell’amore?? Ne facciamo? oppure no? Vogliamo sempre qualcosa in cambio? No, direte voi eppure qualcosa in cambio lo otteniamo sempre. Al nostro dono potremmo ottenere un “grazie”, un abbraccio o un sorriso….. mica poco!!!!! 

Che vi sia un corrispettivo in denaro o meno se facciamo uno scambio ben fatto tutti sono o dovrebbero essere soddisfatti : nell’ esempio di prima del dolcetto lo scambio è stato vantaggioso per tutti e due infatti mio figlio ha ottenuto la caramella in cambio del piattino di verdura. Madre e figlio soddisfatti proprio perché lo scambio ha permetto di creare una situazione perfetta per tutti e due. Ognuno di noi quindi sceglie cosa scambiare ed in linea generale cerca di scambiare quello che sa far meglio. In questo caso l’esempio più calzante è il nostro lavoro in cambio di denaro creando un vantaggio sia per chi offre il lavoro sia per chi paga per averlo.Ora, nella vita non è così matematico direte voi (come darvi torto ??) che si crei sempre un vantaggio assoluto per entrambi anche se mi piace pensare che sia così. Ma, in barba all’economia e alle sue leggi, la vita reale poco si calza a questo quinto principio .. Senza star qui ad elencare le varie scorrettezze  (c’è sempre ci fa il furbetto o chi se ne approfitta) di cui l’uomo é capace vorrei credere che sia sempre possibile applicare questo principio così ottimistico nel campo delle relazioni di amicizia, della famiglia e nell’amore.

Senza categoria

economylifemartinamontresor View All →

Mamma, infermiera e da qualche giorno una blogger dilettante. Cosa ne uscirà con queste premesse? Spero qualcosa di nuovo ed originale

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: